Dia Sotto le Stelle 2012 - Archivio

Le immagini dell'edizione 2012

Dia Sotto le Stelle 2012

Il volantino dell'edizione 2012

Comunicato stampa ufficiale 2012

E quindi uscimmo a riveder le stelle, per la 21^ volta

A settembre troveremo ancora “Dia Sotto le Stelle”, il Festival Internazionale di Arti Audiovisive, giunto alla ventunesima edizione. La manifestazione si terrà nei giorni 14 e 15 settembre 2012, presso MalpensaFiere, conservando la struttura di sempre: proiezioni, mostre, incontri, occasioni per fotografare.

Ci viene in aiuto Dante,
... salimmo sù, el primo e io secondo,
tanto ch'i' vidi de le cose belle che porta 'l ciel, per un pertugio tondo.
E quindi uscimmo a riveder le stelle.

Alla fine dell'inferno, il Poeta vede le stelle: come prima cosa bella, attraverso un pertugio tondo. Gli astri diventano presagio di un futuro benevolo, migliore, positivo. Ne abbiamo bisogno, tutti: per via della crisi, del mondo che cambia troppo, della finanza che si antepone ai valori del lavoro e della competenza, della mancanza di idee buone e illuminanti.

Ebbene le stelle sono lì, a indicarci il cammino: almeno per due giorni. Quelle degli Andreella ci aiuteranno, una volta di più: almeno per farci capire che ci siamo, come prima; al pari di sempre. E' la forza di una manifestazione consolidata, che diventa cultura, piacere, passione, eppure anche momento di incontro: attorno alla fotografia. Sì perché, a Dia Sotto le Stelle, è quest'ultima a vincere, per chi scatta o solo per colui che guarda; quella buona, poi: capace di emozionare, suggerire, raccontare, far vivere.

Ne abbiamo parlato con Lido e Simone Andreella, inventori della manifestazione sin da quando si teneva all'aperto, sotto le stelle appunto. “Sarà la gente a vincere”, ci ribadisce Lido, “quella che è sempre intervenuta, rinunciando anche ad eventi, sulla carta, più importanti”. “Non occorre essere appassionati di fotografia per partecipare, anche se, come sempre, ampio spazio verrà dedicato a quella d'autore, alle mostre, alle attività dei circoli, allo scatto in quanto tale”.

Ricordiamo che Dia Sotto le Stelle vive sotto gli auspici della FIAP, la Federazione Internazionale Arti Fotografiche; e che quindi gode di ampio credito in ambito internazionale. Non a caso, sotto quelle stelle sono passati autori del calibro di Gianni Berengo Gardin, Massimo Sestini, Sebastiao Salgado, Agenzia Reuters, NationalGeographic, Frecce Tricolori ecc.). Del resto i numeri parlano chiaro, in venti anni sono stati proiettati 351 audiovisivi, con 115 mostre esposte di 334 autori.

Sempre a Lido abbiamo chiesto il segreto del successo. Ecco cosa ci ha risposto: “Coerenza da un lato, rinnovamento dall'altro. Per quanto la struttura rimanga la stessa, anno dopo anno, ad ogni edizione si è aggiunta la novità, la tendenza del momento, l'ospite illuminante. E poi, la seconda generazione: mio figlio Simone, è diventato parte integrante dell'organizzazione, con tutto il suo bagaglio tecnologico e digitale”.

Una passione data in eredità, ecco uno degli ingredienti di Dia Sotto le Stelle, che gode pure dell'aiuto di molti: tutti “ragazzi” votati alla passione, alla logica condivisa. Forse lì si chiude il cerchio, con la motivazione congiunta. Citarla è d'obbligo, soprattutto oggi; quando solo una visione univoca può aiutarci a reagire: per uscire a rimirar le stelle.

Anticipazioni sul programma della 21° edizione:
“STORIE” Agenzia Reuters Italia, “GLI INEFFABILI” di Marco Colombo e Matteo Di Luca.
La sezione AUDIOVISIVI vedrà la partecipazione dell’Americano Todd Gipsten con tre lavori NATIONAL GAOGRAPHIC, Ercole Colombo, il più noto fotografo della F1 ci incanterà con le immagini scattate in 40 anni e oltre 650 GP vissuti, Francesco Lopergolo storico rappresentante della realtà diaporamistica italiana, ed ancora: Walter Turcato, Lorenzo Scoglio, Christophe Sauterau, Gianluca Bufardeci, Giacomo Cicciotti e non mancherà un pensiero per Boris Gradnik.

Mosè Franchi